Propositi
 
 

Molti pronunciano il termine "Rasta" per descrivere le realtà più varie e curiose, nella maggior parte dei casi immensamente distanti dalla sua natura originaria, pensando di averne una cognizione sufficiente. Tale parola è ormai stabilmente presente nel vocabolario interiore del cittadino medio, e l'interesse nei confronti della sua essenza sta crescendo in maniera tangibile in ogni ambito sociale, mediatico e accademico. Tuttavia, a tali attenzioni, spesso mosse da sentimenti di sincera simpatia e buona volontà, raramente corrisponde il possesso di nozioni e concetti adeguati, che non inducano a pensarla in forma distorta, inautentica o, nella migliore delle ipotesi, edulcorata e banalizzata.

Ma in verità, che cos'è Rastafari, in che modo vivono e pensano coloro che a Lui si ispirano, quali ideali coltivano e tentano di realizzare nel mondo? E' nello sforzo di dare risposta a questa domanda, sempre più presente e naturale lungo il sentiero di ricerca degli individui, e nel desiderio di dare voce a quei fedeli che troppo spesso sono etichettati e categorizzati senza il giusto onore per la propria cultura, che tale sito opera e vive. Nel pieno rispetto di tutte le tradizioni e componenti sociali della nostra società e senza alzare la voce, è nostra volontà congiungerci al coro dei nostri fratelli e sorelle che, in Italia e nel Mondo, lavorano incessantemente per divulgare la nostra fede e contribuire attivamente, in accordo con la legge e la volontà universale di tutti gli uomini retti, al progresso materiale e spirituale della civilità umana, aldilà di ogni possibile schema ideologico o dottrinale.

Quest'umile opera, compiutasi nell'ispirazione di Sua Maestà Imperiale Haile Selassie I, grazie alla Sua Misericordia e secondo la sua Volontà, si propone di chiarire, mediante l'approfondimento teologico, l'esposizione di immagini relative alla tradizione spirituale etio-rastafariana e l'opportuna citazione della Legge Mosaica, dei Profeti, dei Vangeli, dell'Insegnamento Apostolico e della Predicazione di Rastafari, lo sfondo spirituale e storico che nutre la nostra fede in continuità da millenni, sin dall'epoca di Adamo. Essa inoltre intende confutare con mitezza l'idea fallace della nostra Cultura oggi dominante, promossa dall'ignoranza, dalla commercializzazione della sua immagine e dall'alterazione mediatica, ritraente un movimento edonistico, folkloristico ed immaturo, se non apertamente criminale; preghiamo che da qui possa trasparire una dignità intellettuale ed una tensione etica tali da determinare la comprensione che il rastafariano non brami vanità nè mediocrità carnali, bensì il Volto di Dio e la Sua Santità.

Cercheremo infine di manifestare, al meglio delle nostre abilità, il nostro amore per il Messia, offrendoGli un tributo insufficiente a ripagarLo, ma sincero, che renda lode all'Altissimo e testimoni la Sua gloria alle genti: 
 
"Noi Lui annunciamo, ammonendo ogni uomo e istruendo ognuno in ogni saggezza, per rendere ciascun uomo perfetto in Cristo."

Colossesi 1, 28 - 29