7 Gennaio 2010 - Natale Etiopico
 
 


Il questo giorno la Cristianità Etiopica e il popolo Rastafari celebrano la Natività di Nostro Signore Iyasus Krstos, chiamata "Ghennà" o "Lidet". In uno spirito di amore sincero e riconoscenza, i nostri canti di preghiera si levano sino ai Cieli per rendere Onore al Dio immutabile che si è fatto uomo umile, al Vivente che è morto per la nostra redenzione, al Re che si è abbassato per offrire onore a tutti.

Il Verbo che si è fatto carne, lo Spirito che si è legato alla materia e compiuto nella storia, ci ricorda inoltre che la fede è morta senza le opere, e che è nostro compito plasmare e governare il mondo secondo verità e giustizia, servendo Dio e il nostro prossimo. Preghiamo affinché l'astratta visione occidentale del Natale, immersa nel paganesimo, nel consumismo e nell'indifferenza verso il Cristo che è il Fondamento, possa essere superata e corretta dall'intelligenza degli uomini, a cui gli angeli, in quel giorno, annunciarono Pace e Buona Volontà.

Per cogliere adeguatamente la profondità di questo avvenimento liturgico, vi invitiamo a leggere la Sacra Scrittura:

Ebrei cap. 1 per intero - cap 2, 1-4
I Lettera di Giovanni 4, 9-21
Atti degli Apostoli 13, 17-29
Salmo 72, 10-15 ("O Dio, da al Re il Tuo statuto...")
Luca 2, 1-21


Melkam Ghennà